Sin dall’inizio delle prime promozioni, delle prima campagne marketing, la pubblicità è stata usata come strumento di persuasione di un pubblico inconsapevole ed ignorante.

Il marketing del passato è caratterizzato da una serie di innumerevoli prese per il culo, atte a incanalare il cliente in un vortice di consumo per potergli spillare quanti più soldi possibili.

Questo sistema deve finire e deve finire adesso.

Il marketing del passato è finito

Il marketing del passato ha mietuto vittime lungo la storia, ha creato una intera cultura del consumo e del profitto. Ha distrutto le vite di tante povere persone inconsapevoli, che fidandosi di venditori o di promotori fasulli, si sono riempite di porcherie, di malattie o nel migliore dei casi, di cose inutili sparse per casa.

Nel futuro (che è già qui) non c’è più posto per un marketing di questo genere. La società non può più permettersi di giocare. marketing del futuroLe industrie non possono permettersi più di succhiare soldi a contribuenti ignorante, che a loro malgrado finiscono nelle grinfie di una piccolo gruppo di poteri forti che ci vogliono mantenere stupidi e intontiti.

Questo articolo di per se vuole essere un atto di ribellione totale contro un establishment di corporation, il cui unico obiettivo e mantenerci divisi per poterci governare meglio e per poter ingrassare le loro tasche di denari sporchi di paure, di falsi bisogni e di inutili comfort.

Io, Devid Venara, sono qui per proclamare l’inizio di una nuova era del marketing, facendomi portatore e pioniere di questo nuovo modo di comunicare, nel quale il cliente non è più cliente, ma è un compagno di vita.

Nel nuovo marketing il cliente esce dal cerchio… non i trova più al centro, per essere bombardato meglio. Il cliente diventa portatore del nostro messaggio, condividendo il suo stile di vita con quello dell’azienda che gli offre prodotti o servizi.

Il cliente non sente più il bisogno di nulla, perché nel suo percorso di risveglio si accorge di aver bisogno di pochissime cose, per lo più dell’affetto delle persone che gli stanno attorno, godendosi l’incertezza della vita, senza più divenire vittima di paure irreali, una volta create per vendere soluzioni.

Il marketing del futuro

marketing del futuroOggi il cliente diventa portatore sano della parola dell’azienda e del messaggio che quella azienda vuole passare per l’evoluzione dell’uomo.

Non parlo di un mondo utopico, al contrario di quello che penseranno alcuni falliti che leggeranno questo articolo.

Questo è quello che sta accadendo. Questa nuova era sta fiorendo proprio oggi. Aziende che non lavorano ad altissimi livelli di qualità saranno spazzate via o diverranno prigioni per la mente di imprenditori miserabili ed estremamente infelici.

L’imprenditore del futuro si ergerà al di sopra di ogni bisogno materiale, portando la sua parola nel mondo e lavorando con eccellenza alla creazione di prodotti e servizi che aiutino l’essere umano, gli animali ed il pianeta a tornare al loro vero splendore.

La rigogliosa era del marketing evolutivo è iniziata. Non rimanerne fuori. Lavora al servizio del mondo per dare il tuo contributo.

marketing del futuroInternet, in questo nuovo mondo, gioca un ruolo decisivo nella promozione dei tuoi prodotti o servizi. Per questo motivo mi propongo a te come web marketer, per aiutarti a spargere la voce, per aiutarti a sconvolgere il tuo mercato e a riportarlo sulla retta via.

Non bastano le belle parole e non basta creare prodotti e servizi di qualità. Dietro tutto questo ci deve essere una strategia di web marketing performante e forte tanto quanto quelle odierne, ma con un obiettivo diverso: l’evoluzione dell’uomo.

Se sei interessato allo sviluppo di una strategia online efficace per promuovere un prodotto o servizio che faccia bene all’uomo, agli animali o al pianeta, non esitare a contattarmi. Facciamo due chiacchiere senza impegno e se ci sono le opportunità sarò lieto di farti una consulenza strategica su misura.

Lunga vita al Marketing.

Lunga vita al pianeta terra ed a tutte le sue creature.

 

Devid Venara

 

Se ti è piaciuto l'articolo, condividilo in segno di riconoscimento. Grazie!