In questi ultimi anni, dopo tutti i cambiamenti che ci travolgono giorno dopo giorno, non riusciamo più a fare il punto della situazione. Le cose sembrano confuse perché le tecnologie sono sempre di più e la maggioranza della popolazione non sa usufruire di queste tecnologie con la giusta conoscenza di background.

Cosi in soli 10 anni, dal 2008 al 2018 siamo passati completamente ad usare lo smartphone in ogni ambiente della nostra vita, dalle cose più semplici come le relazioni con parenti, amici e conoscenti, che ormai prendono luogo principalmente su Facebook, Twitter, Instagram, Snapchat, ecc…, fino a cose più complesse come l’acquisto di beni, la sottoscrizione di abbonamenti a siti di informazioni oppure di video corsi online per la propria crescita.

Mi serve davvero il marketing online?Ma se hai trascorso un po ‘di tempo in rete con i proprietari di piccole imprese locali, lavorando per loro come dipendenti o perseguendoli come potenziali clienti negli ultimi 15 anni o giù di lì, hai sentito senza dubbio alcune varianti della seguente frase: “non abbiamo bisogno di marketing online”.

Oggi, la maggior parte dei proprietari di questo tipo ha almeno afferrato il fatto di farsi un sito Web, ma cosa ne pensano di ottimizzarlo per i motori di ricerca? Progettandolo in linea con un marchio? Offrendo una piattaforma di e-commerce per gli acquisti online? coinvolgendo i clienti sui social media?

Per il “tradizionale” imprenditore, questi concetti sembrano spesso manie, o semplicemente uno spreco di tempo. Per il professionista del marketing, i benefici sembrano ovvi. Dove, quindi, è la causa principale di questa dissonanza?

Il marketing online è davvero necessario per le piccole imprese tradizionali odierne o è possibile sopravvivere senza una strategia online?

Siamo sicuri che non ti serva una strategia di online marketing?

Diamo un’occhiata ad alcuni dei motivi più comuni per cui un imprenditore tradizionale rifiuta il marketing online come una necessità (o anche un valore) in primo luogo.

È importante riconoscere che non tutti gli imprenditori resistenti all’online hanno le stesse motivazioni o punti di vista. Inoltre, alcuni di questi punti di conflitto sono abbastanza validi, mentre altri possono essere respinti con un po’ di dati di supporto.

Obiezione n°1: Non ho bisogno di più clienti.

Questo è piuttosto semplice e difficile da discutere. Se sei soddisfatto della tua base clienti esistente e non sei interessato a crescere, non cercherò di dissuaderti. È una bella posizione in cui stare – assicurati di poter contare su quei clienti per il lungo periodo.

Obiezione n°2: Tutti i miei clienti sono offline.

Questa è la solita lamentela delle aziende che trovano clienti attraverso partnership esistenti e networking. Non c’è niente di sbagliato in questo, ma è una rappresentazione del pensiero prevenuto, ovviamente attirerai solo i clienti offline se stai solo facendo marketing offline!

Ci sono 5 miliardi di ricerche Google ogni giorno e oltre 1 miliardo di utenti attivi di Facebook; non pensi che almeno alcuni di quegli utenti potrebbero essere interessati alla tua attività?

Obiezione n°3: Il marketing online non funziona per me.

Se hai già provato l’online marketing e hai visto poco o nessun successo, ciò non significa che il marketing sia intrinsecamente imperfetto, significa che c’era un difetto nella sua progettazione o esecuzione. Succede, anche per il migliore del settore, ma la risposta corretta è quella di apportare miglioramenti trovando nuovi partner, perseguendo nuovi canali e aumentando la qualità dei dati con cui lavori.

Obiezione n°4: Il marketing online è una moda passeggera.

Mi serve davvero il marketing online?Questo di solito si applica a una strategia specifica, piuttosto che al marketing online in generale: SEO e social media. Ora che entrambi i campi sono in circolazione da più di un decennio, i proprietari di attività tradizionali stanno iniziando a prenderli più sul serio, ma nessuno ha la sicurezza che saranno in giro per sempre – solo il sospetto che si trasformeranno piuttosto che svanire completamente .

Obiezione n° 5: Il marketing online è troppo caro.

Questo è un altro punto valido, ma ricorda, il marketing è un investimento. Se eseguito correttamente, vedrai un ROI positivo, il che significa che otterrai più entrate di quelle che hai investito all’inizio.

Obiezione n°6: Non capisco l’online marketing

Solo perché non lo “afferri” ora non significa che non sei capace di sfruttarlo per la tua ditta. Internet è pieno di comunità disponibili e in grado di aiutarti a capirlo. Inoltre, puoi sempre assumere un appaltatore o un’agenzia per progettare, eseguire e gestire una campagna per te oppure un consulente che ti aiuti ad inquadrare la tua situazione.

Ora che ho affrontato i punti comuni sul perché il marketing online non è preso in considerazione dalle piccole e medie aziende, vorrei parlare del perché il marketing online possa essere considerato una “necessità”.

Il Marketing online é una necessità

Punto 1: le aspettative dei consumatori sono cambiate

Mi serve davvero il marketing online?Quasi tutti gli italiani hanno accesso e utilizzano regolarmente Internet. Molti di noi, quando sentiamo parlare di un’impresa per la prima volta, cerchiamo immediatamente un sito web o un profilo sui social media dove possiamo imparare di più.

Non ci fermiamo per una visita. Non ti cerchiamo sulle pagine gialle. Non consultiamo il giornale locale. Le persone si aspettano che tu abbia un sito web e, in caso contrario, potrebbero dubitare della tua legittimità o scartarti completamente come opzione potenziale.

C’è uno standard “minimo indispensabile” che i consumatori si aspettano di vedere online dalle aziende, quindi cerca di ottenere almeno quello.

Punto 2: concorrenza

Solo perché sei stato riluttante ad adottare una strategia di marketing online non significa che i tuoi concorrenti non lo abbiano fatto.

Potrebbero conquistare il paesaggio digitale, bruciare i tuoi potenziali clienti e offrire una prima impressione migliore a chiunque cerchi aziende come la tua nella tua zona. A peggiorare le cose, ogni giorno nel quale continuano a seguire queste strategie è un altro giorno in più di te.

Punto 3: tasso di variazione

Infine, voglio sottolineare il tasso di cambiamento nell’accessibilità della tecnologia, la dipendenza da negozi e servizi online e, ovviamente, i comportamenti dei consumatori.

Le grandi scoperte tecnologiche, come Internet ad alta velocità e dispositivi mobili, ci rendono più dipendenti da Internet e meno dipendenti dalle strutture fisiche. Ciò significa che il marketing online diventa più importante su una scala coerente con il passare del tempo.

Se non pensi che il marketing online sia importante per la tua attività oggi, c’è una possibilità che tu abbia ragione, ma pensa al prossimo anno. Questo è un investimento a lungo termine.

Per finire…

Tutto sommato, penso che sia ingiusto dire che il marketing online è veramente “necessario” per ogni azienda.Mi serve davvero il marketing online?

Tuttavia, se non ti stai impegnando in alcun tipo di campagna di marketing online, stai sicuramente sabotando il tuo potenziale e possibilmente preparandoti per un futuro collasso. La tua attività potrebbe andare bene senza un sito Web o un servizio di assistenza online, ma ciò non significa che tu stia meglio in questo modo.

Sfida le tue ipotesi e cambia con i tempi, indipendentemente dal settore in cui ti trovi – ti ringrazierai dopo.

Ti ringrazio per aver letto questo articolo e ti ricordo che per assistenza nel creare la tua realtà online, puoi contare sui miei servizi di consulenza. Dai un’occhiata alla pagina dedicata alla strategia online marketing. 

 

Se ti è piaciuto l'articolo, condividilo in segno di riconoscimento. Grazie!